RateBoard Insights

Daniela Marketing Manager

Simon Falkensteiner ci parla del futuro di RateBoard

Simon Falkensteiner è uno dei fondatori del sistema di revenue management di RateBoard. Cresciuto nel settore alberghiero altoatesino, il giovane e talentuoso imprenditore conosce bene i punti deboli dell’albergatore. In particolare, il fattore prezzo, una delle leve di vendita più importanti nel settore alberghiero, è stato l’elemento su cui lui e Matthias Trenkwalder si sono soffermati di più.

Nel 2015 Simon Falkensteiner e Matthias Trenkwalder hanno fondato a Innsbruck la loro azienda RateBoard. Essendosi rivelati ottimi co-founder, i due gestiscono oggi più di 20 dipendenti a Innsbruck e Vienna e seguono più di 300 clienti nell’area germanofona (Austria, Germania e Svizzera) e in Italia. Simon Falkensteiner ci parla delle sue esperienze degli ultimi anni e ci racconta quale sarà il percorso futuro di RateBoard.

 

1. Simon, cos’è che rende RateBoard cosi unica?

Quello che ci rende veramente unici è il team. Dato che quasi ognuno di noi ha lavorato nell’ambito del turismo o ha una formazione alberghiera alle spalle riusciamo a gestire con più facilità le problematiche degli alberghi. Capire le difficoltà di questo settore ci permette di offrire un servizio che probabilmente nessun altro fornitore di software è in grado di offrire. Credo che questi aspetti siano alla base del fatto che siamo stati in grado di sviluppare uno strumento molto semplice ma flessibile, con il quale non solo i Revenue Manager esperti amano lavorare, ma anche i nuovi arrivati, i quali possono raggiungere con esso i successi desiderati.

 

2. Qual è il tuo compito all’interno del team?

Il mio contributo all’interno di RateBoard verte principalmente su tutto quello che riguarda il prodotto stesso – ovvero la qualità dei prezzi consigliati oppure il coordinamento dello sviluppo del software adeguato agli interessi dell’azienda. Fortunatamente abbiamo con noi dei dipendenti volenterosi, che da un lato mi alleggeriscono del lavoro operativo e dall’altro introducono idee sempre nuove e tengono conto dei desideri dei nostri clienti. I nostri sviluppatori e data scientist intorno al nostro CTO Berthold sono quelli che implementano queste idee e gli danno forma. Questo mi dà il tempo sufficiente per affrontare le diverse questioni amministrative e per continuare a lavorare sullo sviluppo strategico dell'azienda.

 

3. Come fondatore dell’azienda ha mai pensato di gettare la spugna?

Se le cose non vanno come desideri, è normale che sorgano dei dubbi. Ma rinunciare non è mai stata un’opzione per noi, perché eravamo convinti della nostra strategia fin dall’inizio. Eravamo, e lo siamo ancora, dell’opinione che possiamo aiutare gli hotel nella giungla dei prezzi e generare più fatturato – cosa che ha funzionato. 

 

4. Secondo te, come influenzerà il revenue management il settore turistico negli anni a venire?

Credo che nessun hotel sarà in grado di evitare di affrontare l'argomento dei prezzi, l'aumento medio del fatturato dei nostri clienti dimostra quale effetto positivo un buon prezzo può determinare. Il mercato sta diventando sempre più competitivo e i grandi OTA hanno sempre degli assi nella manica per rafforzare la loro posizione sul mercato (booking basic o booking sponsored discount). Ogni hotel deve far fronte alla propria domanda e al mercato per rimanere competitivo. A mio avviso le offerte e i prezzi nei prossimi anni devono diventare sempre più personalizzati per soddisfare le nuove esigenze degli ospiti. Abbiamo già in programma di fornire ulteriori funzionalità e moduli aggiuntivi per aiutare gli hotel ad aumentare il proprio fatturato e a competere con booking e Google. 

 

5. Come con Matthias, vorremmo sapere qual è stato il momento più difficile per te da quando è stata fondata RateBoard.

È stato uguale per entrambi, ovvero la problematica delle interfacce. Come già descritto da Matthias, all'inizio dipendevamo da altri fornitori di software. Per noi in quanto azienda giovane non è stato facile chiedere a fornitori di software alberghieri di lunga data di inviarci o ricevere i loro dati, alcuni dei quali non potevano essere esportati o importati prima. Fortunatamente la maggior parte di loro è stata molto disponibile e anche se ci è voluto un po' di tempo e di lavoro, ora possiamo affermare di essere il miglior sistema integrato di revenue management in Europa con più di 50 partner di interfaccia.

 

6. Quali saranno gli sviluppi futuri di RateBoard e quali sono i prossimi passi per la crescita dell’azienda?

Il nostro obiettivo è quello di fornire ad ogni hotel, indipendentemente dalle sue dimensioni o dalle risorse finanziarie di cui dispone, un sistema di Revenue Management che sia su misura per le sue esigenze. Avendo già raggiunto il nostro primo grande traguardo - 300 alberghi - il nostro prossimo obiettivo è quello di raggiungere 1.000 alberghi, cosa che non richiederà molto tempo. Il nostro obiettivo a lungo termine è quello di diventare i leader europei nel campo del Revenue Management. Con il nostro variegato numero di interfacce, abbiamo già creato un’ottima base per il futuro. Nei prossimi anni vorremmo espanderci ancora di più e avventurarci in nuovi mercati.

 

Vuoi conoscere il nostro team? Allora partecipa ad uno dei prossimi eventi o fiere.

Subscribe to our mailing list