Eventi

Simon Managing Director

3 cose che dovreste sapere su Castlecamp

Per la decima volta il Castlecamp ha avuto luogo nel castello Kaprun a Zell am See. Ogni anno albergatori ed esperti del settore turistico s’incontrano per discutere riguardo al futuro digitale del turismo. Tra gli sponsor questa volta c'era anche RateBoard, la quale ha raccolto qualche info per voi.

Il Castlecamp nasce dall'idea del barcamp, ovvero che ognuno può proporre e presentare dei contenuti. Ognuno può esporre il tema che più preferisce ed esprimere il proprio punto di vista. Questo scambio di vedute porta ad un dibattito aperto e ad un diverso approccio alle tematiche discusse. Ecco i tre temi che ci sono rimasti impressi:

Il futuro degli assistenti più “stupidi”

Assistenti digitali nel turismo. Così s'intitola la sessione di Florian Bauhuber sul futuro del settore turistico. Si è parlato del futuro degli assistenti di lingua nel turismo come Amazon Alexa o Google Home; dispositivi che stanno prendendo lentamente posto nelle mura domestiche, i quali prima o poi interesseranno anche gli alberghi.  Attualmente, la tecnologia non è ancora abbastanza matura per essere realmente utilizzata nel contatto con gli ospiti. “Alexa sente bene, ma è stupida”, così è stato affermato. La loro crescita, però, è enorme e le app crescono a vista d’occhio. Per gli alberghi, ci possono essere diversi utilizzi per gli assistenti di lingua digitale: entertainment, contatto diretto con gli ospiti, room service o controllo delle luci o del climatizzatore sono solo alcuni esempi.

E come la mettiamo con la blockchain?

O meglio: cos'è una blockchain? La blockchain è una struttura dati condivisa. È conosciuta soprattutto attraverso la valuta digitale Bitcoin. Nel settore turistico, ha fatto notizia in particolare attraverso le dichiarazioni della TUI.

La blockchain viene utilizzata già all'interno dell'azienda in modo che tutti i dipartimenti abbiano accesso ai contingenti. Anche per gli alberghi e le piccole organizzazioni turistiche possono esserci dei vantaggi. Da una parte, attraverso la blockchain possono essere gestiti i prezzi e i contingenti e offrire cosi un'alternativa agli intermediari come booking.com; dall’altra, può essere utilizzata anche per programmi di fidelizzazione, per il dynamic packaging o per controllare l'esattezza delle valutazioni e delle informazioni sulle carte di credito.  

Content is (still) King

Un argomento presente in quasi tutte le sessioni è stato il contenuto digitale. Sotto forma di testo, immagine e video. Argomenti riguardanti il meteo c'era il tema “la fotografia con il maltempo” , ma il focus principale era sui contenuti condivisi attraverso i social network come i video live di Facebook, le sketchnotes e la generazione di video mobile.

Resta da dire che è possibile ottenere un sacco di contenuti dal proprio hotel o destinazione con un piccolo investimento di fondi. Con piccoli trucchi e app poco costose, è possibile mostrare i contenuti. 

Subscribe to our mailing list